Vendita immobili: come fare da privato

vendita case

La vendita di immobili è sempre un’operazione che può risultare complessa. Ecco perché, se decidi di agire da privato, senza rivolgerti ad un’agenzia immobiliare, devi sapere quali passi compiere per non ritrovarti in difficoltà. Quindi non agire facendoti animare dall’impulso, ma crea un piano d’azione vero e proprio, da seguire nel corso del tempo. Soltanto in questo modo potrai riuscire ad avere successo, non lasciandoti trasportare dalle circostanze. Ti spieghiamo come fare attraverso una piccola guida.

La valutazione dell’immobile

A disposizione di chi vuole agire da privato un nuovo portale per la vendita di immobili potrà aiutare. Quando si intraprende una vendita immobili da privati la tendenza di molti è quella di fissare il prezzo di vendita il più alto possibile, per ricavare più denaro. In realtà bisogna essere realisti da questo punto di vista: considera che molti non riescono a vendere proprio perché il proprietario ha fissato un prezzo di vendita troppo alto rispetto alle proposte del mercato.

Proprio per questo motivo ti conviene rivolgerti ad un esperto, per far valutare l’abitazione da vendere. Di solito questo compito viene affidato ad un perito qualificato, che si occupa anche di eseguire rilievi specifici presso l’immobile.

Inoltre, proprio per stabilire il valore dell’abitazione, non bisogna fare affidamento soltanto sulla rendita catastale, ma molto importanti risultano i confronti che si fanno con altre abitazioni in vendita in una determinata zona.

Il confronto è un metodo di verifica molto importante perché può darti un’idea realistica del prezzo che puoi stabilire per la vendita del tuo immobile. Se ingaggi un professionista qualificato per farti eseguire una perizia scritta, tienila sempre con te, in modo che potrai mostrarla ai potenziali acquirenti e a tutti coloro che sono interessati ad acquistare l’immobile.

La presentazione della casa

Non trascurare il modo in cui presenterai la casa ai potenziali acquirenti. Non si tratta soltanto di trovare il momento più adatto, ma si tratta anche di disporre tutto all’interno dell’abitazione, in modo che possa colpire l’attenzione dei visitatori.

Metti tutto in ordine e pulisci, limita l’arredamento all’essenziale. Valuta se è opportuno eseguire dei piccoli lavoretti all’interno di ogni stanza, come ad esempio la tinteggiatura delle pareti o la pulizia della moquette. Occupati di curare anche l’esterno dell’abitazione, se è presente, per esempio, un giardino.

La creazione dell’annuncio

Anche il modo in cui si crea l’annuncio con il quale mettere la casa in esposizione è molto importante. Hai varie possibilità. Infatti puoi limitarti a mettere un cartello “in vendita”. In alternativa puoi distribuire dei volantini o fare pubblicità sugli appositi siti internet che sono dedicati alla compravendita di immobili.

Puoi fare conto anche sul passaparola, diffondendo la voce fra gli amici, i familiari e i colleghi di lavoro. Quando pensi all’annuncio da mettere a punto, ti converrebbe anche pensare ad una sorta di “data di scadenza”: dopo una certa data, se non hai ricevuto offerte, puoi abbassare il prezzo di vendita. Questo potrebbe invogliare altri acquirenti ad interessarsi all’acquisto dell’immobile.

Ricordati sempre che devi essere disposto a negoziare. Specialmente la negoziazione deve essere messa a punto quando un acquirente ti dice che gli piace molto la tua casa, ma non è sicuro di poterla acquistare. Proprio in questo momento, facendo qualche piccola concessione, potresti concludere bene l’affare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.