Shatush, un 2020 da protagonista!

shatush

Come già avvenuto negli ultimi anni, anche il 2020 dovrebbe essere periodo utile per salutare con favore lo shatush, una tecnica diffusa in Italia soprattutto grazie alle intuizioni di Aldo Coppola, e diffusa in tutto il mondo, grazie anche all’incredibile numero di celebrità che hanno deciso di dare fiducia a questa tecnica di colorazione, ottenendone i migliori risultati.

Come ricorda questa guida allo shatush realizzata da Hairfly.it, il risultato che è possibile ottenere dopo l’applicazione di questa tecnica, è un gradevole effetto “baciato dal sole”, con un’estetica sicuramente eleganza e l’impressione di un’acconciatura naturale e perfetta per ogni occasione.

Perché scegliere lo shatush

Ma perché tantissime donne negli ultimi anni hanno scelto lo shatush, e difficilmente torneremo indietro sui loro passi?

Perché da Khloe Kardashian a Jennifer Aniston moltissime vip si sono dette delle vere e proprie fan di questa tecnica?

Come il tuo parrucchiere ben potrà confermarti, a differenza di altre tecniche di colorazione, lo shatush ha come obiettivo quello di alleggerire la lunghezza dei capelli da due a quattro toni e utilizzare una tecnica di cotonatura prima di applicare il colore. Il risultato è un colore che varia da scuro a più chiaro, e che appare completamente naturale ed elegante, senza alcuno sforzo.

E così, con questo biglietto da visita, lo shatush, insieme al balayage, possono ben rappresentare due possibili declinazioni di un possibile restyling.

Come ci ricordano gli esperti di HairFly.it, il trattamento di colorazione con lo shatush dura circa tre ore e il risultato sarà, evidentemente, assolutamente unico, poiché il trattamento di colorazione reagisce ai propri capelli in maniera super personalizzata, impedendo a due donne di avere la “stessa” capigliatura.

In ogni caso, l’obiettivo che si intende perseguire è il già rammentato effetto “baciato dal sole”, senza lasciare linee “dure”. Il trattamento è dunque in grado di garantire risultati di lunga durata e una minore manutenzione rispetto ad altre tecniche di colorazione.

Shatush fai da te?

Lo shatush è una tecnica piuttosto complessa, che merita di essere proposta da un professionista nel settore. Se tuttavia vuoi cimentarti in uno shatush fai da te, ricreando a casa tua questa capigliatura, possiamo certamente fornirti qualche piccolo suggerimento, con la premessa che i risultati potrebbero non essere sicuramente quelli assicurati da un buon salone di hairstyling.

In primo luogo, ricorda che l’ingrediente principale di questa ricetta è un buon prodotto schiarente. In commercio ne puoi trovare diversi: il nostro suggerimento è certamente quello di propendere verso l’acquisto di un prodotto di grande qualità, perché in caso contrario il rischio di andare incontro a un risultato insoddisfacente e a potenziali danni alla tua chioma, sarà evidentemente maggiore. Insomma, meglio spendere qualcosina in più puntando su prodotti qualitativamente migliori, piuttosto che correre il rischio di risparmiare qualche euro… ma trovarsi di fronte a una chioma completamente da recuperare.

Una volta recuperato il prodotto di qualità, devi fare in modo di applicarlo correttamente sulle punte. Come abbiamo già rammentato, lo shatush richiede che il prodotto sia applicato con una cotonatura. Se però non hai la possibilità di seguire questa indicazione, abbi almeno cura di applicarlo solamente sulle punte.

Ti consigliamo inoltre di non lasciare troppo a lungo in posa il prodotto schiarente. Puoi regolarti, per individuare la tempistica più adatta, dando un’occhiata alla schiaritura delle punte, risciacquando poi immediatamente non appena ti rendi conto di aver raggiunto la tonalità desiderata.

Infine, prima di procedere al risciacquo, spingi il prodotto anche nella parte superiore della chioma, all’altezza delle tue orecchie, lasciando però in applicazione per pochi minuti. In questo modo dovresti essere in grado di garantirti una buona sfumatura, con un effetto più naturale.

Quindi, procedi, in conclusione, con un lavaggio approfondito con uno shampoo delicato, e con la messa in piega per dare il movimento desiderato alla chioma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.