Protezioni per ambienti scolastici, cosa sono?

Gli istituti scolastici devono essere in grado di fornire ambienti sicuri per gli alunni, sia all’interno che all’esterno delle aule. Proprio per questo, è bene adottare una serie di protezioni in materiali plastici, così da ridurre al minimo gli infortuni dovuti a traumi da caduta o scontro.

Se un bambino è coinvolto in attività sportive o dove è necessario muoversi, l’ambiente dove si svolga tale materia deve essere sicuro sotto tutti gli aspetti. Oltre alle normali precauzioni che ogni insegnante può prendere, è opportuno mettere in sicurezza termosifoni, eventuali spigoli e/o gradini presenti nell’area.

Prima di darsi da fare con il fai da te, è opportuno chiedere un sopraluogo ad un’azienda specializzata. In questo modo, si può avere un piano d’intervento da seguire per mettere in sicurezza nel migliore dei modi la zona in interesse.

Dove acquistare protezioni per bambini in gomma?

Piesse srl, un’azienda con sede a Padova, fornisce ad istituti scolastici e privati soluzioni chiavi in mano per mettere in sicurezza stanze o aree all’esterno. I prodotti presenti nel catalogo presente sul sito online, sono in grado di offrire più di una valida soluzione per ogni esigenza. Dalle protezioni in gomma per spigoli e gradini, alle strutture per impedire ai bambini di sbattere contro termosifoni od altre parti d’arredamento potenzialmente pericolose.

Oltre a presentare tutti i prodotti del catalogo online, il sito internet offre uno shop online dove acquistare le protezioni o i pezzi presenti nel negozio online. I prodotti sono sempre pronti alla consegna, e grazie alle spedizioni mediante corriere nazionale si possono ricevere presso la propria abitazione, azienda o istituto scolastico nel più breve tempo possibile.

Sport e protezioni in ambito scolastico

Palestre, aree gioco e campi da calcio o polivalenti sono senza ombra di dubbio le zone dove più spesso si possono verificare degli incidenti. Il gioco o le attività sportive, mettono i bambini di fronte ad un potenziale pericolo. Pericolo, che può essere ridotto al minimo grazie all’inserimento di protezioni nelle zone dove si possono verificare tali incidenti.

I dentisti, stimano che tra il 13% e il 35% delle lesioni dentali si verificano durante le attività sportive a scuola. Ogni anno, sono sempre di più i ragazzi a cui è necessario rimuovere uno o più denti per uno scontro avvenuto durante l’attività sportiva. Safechild.net, un’organizzazione americana dedita all’informare gli istituti sui pericoli della mancata adozione di tali protezioni, stima che più del 50% degli infortuni legati allo sport avviene durante gli allenamenti, piuttosto che durante le partite o le manifestazioni vere e proprie.

Per proteggere i bambini da questo tipo di infortunio, è buona cosa inserire sulle pareti e sulle sporgenze una serie di protezioni in plastica o gomma. Protezioni, che sono in grado di assorbire l’urto creato dal movimento del ragazzo e quindi portare meno danno al momento dello scontro con “l’ostacolo”.

Per gli sport all’aria aperta, i pavimenti in materiale plastico e le protezioni come i paraspigoli in gomma sono delle soluzione che sicuramente possono considerarsi più che ottimali. La loro presenza nelle zone gioco pubbliche dei parchi, scelta che si può sempre più spesso vedere nei parchi cittadini, è sicuramente un’iniziativa che molto comuni italiani dovrebbe replicare anche nelle scuole pubbliche.

Durante i momenti ricreativi o di ore di attività fisica, una caduta o una distrazione, possono portare i bambini a sbattere contro il pavimento o sporgenze che si possono rivelare pericolose per la loro salute. Adottando sistemi del genere, si può iniziare a ridurre il numero di incidenti causati da questo tipo di incidenti scolastici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.