Fondi investimento

By | 28 novembre 2017

Il fondo di investimento è uno strumento che va considerato come un grande salvadanaio dove vanno ad accumularsi le risorse di piccoli e grandi risparmiatori. La gestione di questi fondi di investimento è di una società di gestione degli investimenti offrendo un servizio professionale ad hoc. Chi gestisce il fondo investe infatti in diverse tipologie di attivi come liquidità, obbligazioni, immobili e azioni. Si punta sull’investimento tenendo conto dell’obiettivo d’investimento del fondo.

Fondi di investimento: come funzionano

Ciò su cui si punta in questo caso, è l’azione comune. Unendosi ad altri investitori appunto si hanno delle possibilità di accedere a delle opportunità d’investimento che di norma non vengono adottate per i singoli risparmiatori. Il rischio, in questo caso, non dipende dalla singola azienda, ma è distribuito. C’è da considerare che se si investe acquistando le azioni di diverse aziende si sarà soggetti al destino di tali organizzazioni. Se al contrario si investe un fondo, i risparmi vengono suddivisi in centinaia di società, ciò rende meno dipendenti dal successo o dal fallimento della singola azienda, e viene a crearsi un portafoglio diversificato. Per questo motivo, i rischi si possono ridurre investendo in fondi azionari, affidandosi al gestore.

Le categorie dei fondi azionari

I fondi azionari riducono i rischi degli investimenti, affidandosi al gestore, che investirà il denaro in base alla propria esperienza e professionalità che selezionerà i titoli prevedendone le migliori prospettive. I fondi azionari prevedono le seguenti categorie: fondi orientati alla crescita o fondi orientati al reddito. La prima categoria riguarda l’obiettivo dell’accrescimento del capitale a lungo termine. In questo caso il gestore del fondo selezionerà le società che hanno le migliori potenzialità nei termini di apprezzamento del corso azionario. I secondi hanno come obiettivo quello di generare redditi appetibili per gli investitori. In pratica il gestore si occupa di selezionare le società che corrispondono dividendi regolari e che hanno un corso azionario meno volatile rispetto a quello di altre aziende.

I fondi obbligazionari

È un’opportunità che garantisce una maggiore stabilità e diversificazione. Sono prestiti contratti da aziende o governi con lo scopo di raccogliere capitali. Si tratta di dichiarazioni di credito che permettono di restituire la somma che è stata presa in prestito in una data prefissata con un tasso d’interesse fisso per tutta la durata del finanziamento. Possono essere di diverso tipo e variabili: dai titoli di stato alle obbligazioni societarie, dalle obbligazioni a scadenza breve a quelle con scadenza lunga. E ancora: dalle obbligazioni emesse dai Paesi Sviluppati a quelle invece dei Paesi Emergenti.

I fondi immobiliari

Tra gli altri fondi esistono quelli immobiliari, che rappresentano la soluzione ideale per chi ambisce a limitare il rischio connesso all’acquisto di un solo immobile e suddividerlo su più beni. Si tratta di uffici, magazzini, negozi ma alcuni anche una componente residenziale e sono fondi che possono essere reinvestiti. Sono suddivisi in due categorie: fondi immobiliari tradizionali e società immobiliari.

I fondi monetari

Sono quei fondi in cui si investe in titoli monetari a breve termine questo proprio per depositare capitali quando si potrebbe avere la necessità di utilizzarli nel breve periodo. Alla fine ci sono anche i fondi pensione Cometa che ognuno di noi dovrebbe avere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro − quattro =