L’evoluzione del gambling in Italia

By | 18 agosto 2017

Al fine di tutelare la sicurezza e l’ordine pubblico generale e per assicurare gli interessi dei consumatori, nonché per garantire una corretta regolamentazione dal punto di vista fiscale, l’ordinamento giuridico italiano attribuisce allo Stato il potere esclusivo di gestire, sotto forma di monopolio, il gioco pubblico, vale a dire tutte quelle attività di gioco e scommesse organizzate. In questo modo ne viene garantito il suo svolgimento in un circuito controllato, sicuro e basato su regole di produzione e distribuzione chiare e precise. Con l’avvento di internet, hanno fatto la loro comparsa attività di gioco e scommesse online. Pertanto, si è ritenuto opportuno regolamentare anche questo tipo di attività che si svolgono in rete.

Per ostacolare fenomeni di illegalità nel dilagante mercato delle vincite online e per regolare la rapida proliferazione dei bookmakers italiani (operatori preposte alla riscossione delle scommesse) online, che si stanno diffondendo a dismisura, la loro regolamentazione viene affidata esclusivamente all’AAMS, l’Agenzia Autonoma Monopoli di Stato, unico ente preposto a rilasciare concessioni nel nostro paese (decreto 27 luglio 2011). Nell’ambito del gioco e delle scommesse online, qualsiasi bookmakers deve avere una concessione, rilasciata dai monopoli di Stato, per il Gioco a Distanza (GAD).

Inoltre, è del 6 luglio 2017 la firma per l’accordo relativo all’avvio della liquidità condivisa per il poker online, sottoscritta da Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Un primo importante passo verso un mercato comunitario. In base a questo accordo, che diventerà effettivo solo tra 6 mesi, sarà possibile, per gli utenti italiani giocare a Poker non solo sui siti italiani autorizzati dall’AAMS, ma sfidare i giocati degli altri paesi firmatari su piattaforme comuni, che presenteranno il dominio .eu. In futuro l’accordo potrebbe essere allargato ad altri stati membri o potrebbe essere esteso ad altre tipologie di gioco. Prima che l’accordo entri in vigore, i paesi firmatari dovranno lavorare alla definizione di standard comuni e alla risoluzione degli aspetti tecnici e amministrativi, relativi soprattutto allo schema tassativo da adottare, per assicurare una corretta fruizione delle piattaforme.

Comunque, al momento, in Italia i siti web privi delle autorizzazioni previste o che svolgono attività in contrasto con la disciplina vigente sono ritenuti illegali; per cui, sulla base della normativa del 2006, art. 1, comma 50, della Legge 27 dicembre 2006, n° 296, molti siti non regolari sono stati oscurati. Inoltre, aprire un conto su un sito non autorizzato è illegale ed non prevede la tutela da parte della legge. Questo significa che, nel caso in cui un bookmaker, privo di licenza AAMS, chiuda il sito internet e con esso i conti delle persone iscritte al sito stesso, non si riceve alcuna tutela istituzionale. Infatti, solo i siti con regolare licenza AAMS hanno dei fondi per salvaguardare i conti gioco dei clienti. Inoltre, sono previste, per chi gioca su queste piattaforme non autorizzate, delle pesanti sanzioni economiche: le vincite scoperte vengono tassate per intero nella dichiarazione dei redditi, senza possibilità di detrazione degli importi del capitale giocato. Nel caso, invece, di giocate su siti per i quali è prevista la concessione online dei Monopoli di Stato, le vincite sono tassate alla fonte.

Fortunatamente, c’è un modo semplice per individuare i bookmakers non autorizzati. Bisogna cercare esclusivamente siti internet che presentano il .it come dominio, gli unici che hanno una licenza regolare. Inoltre, ogni pagina deve riportare il numero di licenza e presentare il logo AAMS. Al contrario i siti che finiscono con .com non sono legali e sono generalmente oscurati dall’autorità competente.

Il mercato dei bookmakers online è sempre più vasto e districarsi tra i vari operatori alla ricerca del migliore può richiedere un confronto tra le diverse offerte. Potrebbe essere indicato, ad esempio, operare con bookmakers diversi in base agli eventi sui quali si è interessati a scommettere o alle promozioni offerte nei vari casinò online. Infatti i diversi bookmakers prevedono delle interessanti promozioni ed offrono dei bonus di vario tipo: i bonus senza deposito, bonus deposito scommesse o bonus prima scommessa e bonus rimborso sulle scommesse perse. Generalmente i migliori bonus scommesse sono quelli di benvenuto.

Una volta scelto, quindi, il bookmakers cui iscriversi, ponderando bene la decisione in base a criteri di affidabilità, sicurezza, servizi al cliente, opzioni di fatturazione e di deposito, nonché promozioni e bonus garantiti, effettuare la registrazione è un’operazione piuttosto semplice: oltre a fornire le proprie generalità (nome, cognome, nazionalità, indirizzo e codice postale, città e stato, la data di nascita, numeri di telefono e indirizzo email), molto spesso, per ragioni di sicurezza, viene richiesta la copia di un documento di riconoscimento. A questo punto il nuovo conto di gioco sarà attivo e sarà, quindi, possibile iniziare a scommettere, usufruendo anche di eventuali bonus accumulati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + 16 =