Come imparare l’inglese velocemente

inglese

Chi vuole essere competitivo oggi nel mondo del lavoro non può assolutamente prescindere dalla conoscenza dell’inglese. Se finalmente la scuola ha capito che praticarlo fin dalla più tenera età è fondamentale, chi non è più – da tempo – in età scolare molto spesso si trova ad avere problemi.

Come risolverli? Quali sono i consigli per migliorare il proprio inglese in maniera rapida? Nelle prossime righe, puoi trovare diversi consigli utili al proposito.

L’importanza degli obiettivi

Come in tutti i percorsi, anche quando si parla di quello di studio dell’inglese è necessario porsi degli obiettivi realistici. Pensare di passare da livello scolastico a livello madrelingua in poche settimane è impossibile.

Cerca di imparare ogni giorno diversi vocaboli nuovi

Basta davvero poco per imparare ogni giorno qualche vocabolo nuovo in inglese. Ci sono i quotidiani in lingua, così come i film e le serie tv. Ah, ovviamente è necessario annotarseli. A tal proposito, puoi dedicare un quaderno di piccole dimensioni da portarti dietro nel corso della giornata.

Sfrutta i podcast

Da qualche anno a questa parte, è scoppiata una vera e propria podcast mania. Piattaforme di streaming online come Spotify mettono infatti a disposizione a titolo gratuito intere serie di podcast di diversi argomenti e soprattutto in diverse lingue.

Scegliendoli è possibile, come si suol dire, prendere due piccioni con una fava. Da un lato ci si informa meglio su un argomento che si trova particolarmente interessante (c’è davvero l’imbarazzo della scelta, in quanto i podcast riguardano la storia, la scienza, la crescita personale, ma anche tematiche di intrattenimento).

Dall’altro, invece, si riesce a migliorare l’inglese e a “masticare” anche numerose espressioni idiomatiche, tutto questo senza alzarsi dalla scrivania.

Non trascurare la conversazione

Quando si parla di come imparare l’inglese velocemente, è impossibile non chiamare in causa l’importanza della conversazione. Conoscere la grammatica è importante, ma non sufficiente. La comunicazione verbale è fondamentale e padroneggiarla fa la differenza.

Grazie alla tecnologia, possiamo migliorare molto da questo punto di vista. A dimostrazione di ciò, è il caso di ricordare il successo delle lezioni di inglese su Skype (speakingathome.it è una delle tante realtà che li eroga).

Gli aspetti positivi di questi percorsi sono numerosi. Uno dei principali riguarda indubbiamente la possibilità di risparmiare, seguendo le lezioni da casa o dall’ufficio senza bisogno di prendere l’auto (chi vive in una grande città e deve affrontare il traffico sa bene quanto le spese legate al mezzo di trasporto possano incidere sul bilancio personale o familiare).

Grazie a questi percorsi è inoltre possibile avere il docente a propria totale disposizione. Inoltre, si può scegliere quale aspetti approfondire. Migliorare la conversazione in inglese significa infatti tantissime cose, dal momento che si può parlare di business english, di inglese americano, di inglese britannico, di inglese medico etc.

Non fermarti ai primi ostacoli

Checché se ne dica, l’inglese non è certo una lingua facile. Soprattutto se si comincia a studiarlo a una certa età, si possono incontrare diversi ostacoli. Demordere non appena ci si scontra con uno di questi non è davvero il caso! Perseverare, anche in questo caso, paga sempre!

Regalati una vacanza all’estero

Un consiglio classico ma sempre efficace quando si parla di come imparare l’inglese velocemente riguarda il fatto di passare un periodo in un paese anglofono. Attenzione, però: non bisogna certo aggregarsi a un viaggio organizzato pieno di italiani.

In questi casi la ricetta giusta prevede l’apertura del computer/accensione dello smartphone, la ricerca del primo volo, la prenotazione dell’hotel/appartamento e via che si va, pronti ad apprendere la lingua buttandosi nella realtà locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.