Caffè in capsule, perché conviene sceglierle?

Il caffè è quella meravigliosa bevanda che, grazie al suo intenso aroma, fa da padrone nelle nostre case e ci fa compagnia durante la giornata: c’è qualcuno che lo beve a metà mattina, altri lo pretendono dopo pranzo, altri ancora non possono farne a meno la sera. Il caffè è sempre in grado però di dare quel brio, quella marcia in più che a molti serve per poter riuscire a far fronte ai vari impegni che riempiono le diverse ore della giornata.

È da un po’ che ormai è di moda il caffè in capsule: magari perché il risultato è più certo e mirato rispetto a quello della moka, o magari perché non sporca. O ancora sarà che è comodo, ma fatto sta che sempre più persone decidono di abbandonare il millenario caffè in polvere per usare il caffè in capsule. E ovviamente ci si domanda se è davvero una scelta conveniente, e non solo dal punto di vista economico? Quali sono dunque i vantaggi e gli svantaggi?

I vantaggi e gli svantaggi del caffè in capsule

Per prima cosa, preparare il caffè con le capsule è davvero un gioco da ragazzi, facile e veloce: basta inserire la capsula nella macchina, metterla in funzione e nel giro di un minuto il caffè è pronto. Non si avranno

schizzi, niente macchinette da lavare; si deve solo togliere la cialda. Inoltre, si ha un’ampia gamma di aromi tra cui scegliere: barista, espresso, espresso lungo, e così via.

Il caffè in capsule è molto igienico, dal momento che, appunto è ermeticamente chiuso, è protetto dagli agenti esterni, tipo l’umidità o il calore, che potrebbero alterare il sapore.

Tuttavia è un tipo di caffè ha un grosso contro: il prezzo. Rispetto al caffè tradizionale, quello macinato, che ha un costo di circa 10 euro al chilo, il caffè in capsule costa circa 45 euro al chilo, per un costo a singola capsula di all’incirca 30 centesimi. I prezzi sono più bassi quando non si comprano capsule originali, a compatibili, ma in tal caso si deve comunale verificare che davvero vengano accettate dalla macchina che si ha a casa.

Capsule in caffè, un’attenzione all’ecosistema?

Ma dove si butta la plastica con cui sono avvolte le capsule? Senza ombra di dubbio l’impatto ambientale delle capsule non deve essere preso sotto gamba, ma bisogna tener conto che ci sono delle capsule biodegradabili, che si possono anche andare ad aggiungere al compost.

E poi il caffè in capsule fa male alla salute? Sicuramente non ha la stessa portata della classica moka, ma di sicuro è pieno di aromi specifici e particolari che vanno solo e immediatamente provati, per maggior informazioni clicca qui.

In conclusione si può dire che a prescindere il punto di vista economico (secondo cui il caffè in capsule non è la scelta più conveniente), senza dubbio le capsule garantiscono un gusto buono e sono molto pratiche. Se si decide di consumarlo, bisogna ricordare di acquistare una macchina di qualità che va assolutamente spenta quando non la si usa. Inoltre, per risparmiare, si potrebbero comprare le capsule quando sono in offerta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.