Autonoleggio? Soluzione pratica per chi non è automunito

Noleggiare un’auto è una cosa così semplice che spesso e volentieri si dimenticano delle cose importanti, ossia le regole basi su cui fondarsi per prendere un’auto in affitto.

State per andare nel capoluogo veneto in aereo e non avrete l’auto una volta arrivati? È davvero facile trovare un autonoleggio Venezia , soluzioni ideali per la nostra esperienza con un’auto che non è la nostra. Basta solo ricordare alcune semplici regole.

Raggiunto il luogo dove vi daranno la vostra macchina, vi recherete al banco dell’autonoleggio e darete il riferimento della prenotazione. A quel punto verranno formalizzate alcune pratiche e potrete anche aggiungere eventuali optional non selezionati in precedenza, come ad esempio il guidatore aggiuntivo.

Requisiti per il noleggio auto

Per prima cosa bisogna tenere a mente che l’età minima per noleggiare un’auto è 21 anni, e la qual cosa si può fare con una carta di credito NON prepagata ed intestata a colui che prenota il noleggio.

Bisogna poi essere in possesso di una patente in corso di validità anche se è bene tenere a mente che se il noleggio è in una città italiana è un conto. Ma se bisogna farlo all’estero sicuramente le regole saranno leggermente diverse e bisogna prestare soprattutto attenzione alla patente (che se non è internazionale non vale)

Quanto costa il noleggio di un’auto?

Circa il costo, anche esso viene influenzato da diversi fattori:

  • Età del conducente: l’età minima per noleggiare è 21 anni. I guidatori che non hanno raggiunto i 25 anni d’età dovranno pagare un supplemento aggiuntivo. Ciò è legato al concetto di “meno esperienza al volante”.
  • Presenza o meno di guidatori aggiuntivi: in caso di noleggi lunghi ed ad altro chilometraggio si consiglia di indicare un ulteriore conducente.
  • Drop-off: se si noleggia la macchina nella località A e la riconsegnerete nella località B avrete un costo (alto) maggiore, che non avreste qualora l’itinerario fosse da località A a località A.
  • Rimozione franchigia: per viaggiare senza alcuna preoccupazione c’è la possibilità di limitare la propria responsabilità pagando una quota maggiorata.

Check in al bancone e riconsegna di fine noleggio auto:

Per prendere l’auto in affitto si deve presentare la carta di credito (a nome del guidatore) che deve avere “credito residuo”. Se ci si reca nell’autonoleggio con un platfond mensile risicato, non avverrà l’addebito della cauzione che di solito ammonta intorno ai 1200 euro circa (dipende dalla compagnia ma più o meno la cifra è questa).

Attenzione a controllare che non avvenga un’aggiunta di un’altra protezione completa: alcune compagnie oltre a dare in noleggio la macchina tentano di vendere la loro rimozione della franchigia. Se l’avete già acquistata tramite prenotazione online non vi servirà. Loro ci tentano quasi sempre. Ecco dunque che conviene sempre controllare l’importo corretto sul contratto

Per ciò che riguarda il costo carburante: alcune compagnie di noleggio andranno ad addebitare  assieme alla cauzione anche il costo di un pieno. Non c’è problema si avrà il rimborso al vostro ritorno. Questa prassi non esiste sempre. Dipende dalla compagnia di autonoleggio.

Quando si deve restituire l’auto, si deve riportare la macchina alla zona check out: che potrebbe essere nello stesso punto in cui l’avrete presa qualche giorno prima. Altri autonoleggi, invece, hanno un distaccamento in cui restituirla. Attendere la revisione dell’addetto: l’auto sarà controllata per verificare l’eventuale presenza dei danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × tre =